Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Esami di abilitazione per l'esercizio delle professioni di "Guida" e "Accompagnatore turistico"

  • Tipologia: Procedimento ad istanza di parte
Data di ultima modifica: 05.04.16
Quanti interessati ad intraprendere una professione turistica devono essere abilitati a farlo tramite superamento di specifico esame pubblico.

Normative di riferimento

Competenza attribuita alla province con delega regionale contenuta nella Legge Regione Puglia n. 13 del 25.05.2012 e Deliberazione di Giunta Regionale n. 1069 del 27.05.2014.

Cosa fare

Le prossime procedure sono disciplinate dai bandi pubblicati in data 26 febbraio 2016, e si rinvia alla lettura degli stessi per una migliore descrizione degli adempimenti per poter accedere alle selezioni.

La presentazione delle domande sarà possibile accedendo al link sovrastante di collegamento alla piattaforma per i procedimenti digitali della Provincia di Taranto.

Al primo accesso occorre registrarsi comunicando il proprio indirizzo di posta elettronica.

Una volta registrati, si potrà avviare l'iter prescelto.

 Elenchi degli ammessi e diario delle prove di esame saranno resi noti, senza ulteriore avviso, nella sezione AVVISI PUBBLICI dell'Albo pretorio provinciale, in data:

- 5 aprile 2016 per esame ACCOMPAGNATORI TURISTICI

- 7 aprile 2016  per esame GUIDE TURISTICHE

Qualsiasi altra comunicazione da parte dell'Amministrazione sarà effettuata esclusivamente all'indirizzo e-mail comunicato in fase di registrazione e tramite la piattaforma stessa. 

La pubblicazione delle banche dati contenenti i quesiti a risposta multipla per la prova scritta, avverrà almeno 30 giorni prima della data d'esame.

_____________________________________

Con nota del 5 aprile 2016 è stato dato avviso che la pubblicazione dell’elenco degli ammessi all’esame per il conseguimento dell’abilitazione all’esercizio dell’attività professionale di “Accompagnatore Turistico”, prevista per il 5 aprile 2016, è rinviata al giorno 22 aprile p.v., al fine di consentire ai candidati di integrare l’istanza con i documenti integrativi richiesti dall’Ufficio Istruttore.

Si coglie l’occasione per ribadire che, a norma del bando, il termine di 10 giorni per tali integrazioni ha carattere perentorio, a pena di non ammissione.

Nella stessa data sarà pubblicata la banca dati dei quesiti ufficiali.

Modalità per l'effettuazione dei pagamenti

Il pagamento del contributo spese esame di €. 100,00 (€uro cento/00) deve essere effettuato sul c/c postale n. 12380747 – intestato alla "Provincia di Taranto" con la causale “Contributo spese esame Accompagnatore Turistico” o “Contributo spese esame Guida Turistica”, a seeconda della procedura prescelta.

Strumenti di tutela

L'esito finale delle selezioni sarà impugnabile innanzi al Tar Puglia - sez. Lecce, oppure con ricorso straordinario al capo dello Stato.

Acquisizione dati d'ufficio

Tutte le dichiarazioni rese in autocertificazione saranno soggette a verifica a cura della Provincia direttamente presso le pubbliche amministrazioni indicate come depositarie delle certificazioni originali o incaricate della loro gestione.

Documentazione e modulistica

Atti e documenti da allegare all'istanza: elenco documentazione

- copia chiara e leggibile di un documento di riconoscimento in corso di validità;

- ricevuta di avvenuto pagamento del contributo spese esame di €. 100,00 (€uro cento/00), effettuato sul c/c postale n. 12380747 – intestato alla Provincia di Taranto con la causale “Contributo spese esame”;

- copia permesso di soggiorno o altro documento, in corso di validità, attestante la regolarizzazione ai fini del soggiorno nel territorio dello Stato (se cittadino extracomunitario);

- copia del diploma conseguito all’estero con la valutazione, da parte della competente autorità italiana, della corrispondenza al titolo di studio richiesto per l’esame (se il diploma è stato conseguito all’estero);

- certificazione del competente organismo sanitario che specifica l’handicap e quantifica eventuali tempi aggiuntivi necessari per l’espletamento delle prove d’esame (se portatore di handicap);

- è gradita copia del titolo di studio posseduto.

Altre informazioni e riferimenti

Torna a inizio pagina